Invalidità civile - aggiornamenti procedura internet "acquisizione certificato medico" per i medici certificatori
pubblicato il 27/11/2015


1) Indicazione delle patologie di competenza di Anffas Onlus

Nel certificato medico elettronico introduttivo è stato inserito il campo in cui viene indicata l’eventuale presenza di una patologia di competenza di Anffas Onlus. Con questa segnalazione si evidenziano le posizioni rispetto alle quali i medici Anffas Onlus possono partecipare alle commissioni di accertamento in qualità di medici-rappresentanti dei cittadini con disabilità intellettiva e/o relazionale.
Si ricorda che la disabilità intellettiva rimanda ad un’incapacità nel perseguire obiettivi che coinvolgono l’intelligenza ed in particolare i processi logico-deduttivi che permettono l’apprendimento di nuove nozioni; la disabilità relazionale rimanda ad un’incapacità di comunicare, di coltivare rapporti di reciprocità, determinando la compromissione dei rapporti interpersonali, emarginazione o esclusione dal contesto sociale. Sono pertanto tutelate da Anffas Onlus tutte le condizioni appena descritte, comprese tutte quelle che alterando le funzioni e/o la struttura del sistema nervoso centrale determinano una condizione cronica scarsamente suscettibile di rispondere alle cure mediche. Non sono, di converso, tutelate da Anffas Onlus le malattie neurodegenerative e quelle secondarie (ad es. epilessia post traumatica).
 
Il certificato medico introduttivo viene pertanto integrato dalla dizione: “patologia di competenza ANFFAS”, accanto alla quale il medico certificatore deve obbligatoriamente e alternativamente evidenziare o una casella “SI” oppure una casella “NO”. Per agevolare tale valutazione è previsto un link all’elenco delle patologie in parola, immediatamente consultabile dallo stesso medico (ALL. 1).
 
2) Integrazione del certificato medico introduttivo in ordine all’indennità di accompagnamento
 
È stato inserito l’obbligo per il medico certificatore di barrare nel certificato medico introduttivo la casella relativa alla presenza [SÌ] o assenza [NO] della condizione di «Persona impossibilitata a deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore» oppure di «Persona che necessita di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita».
Nel caso in cui venga barrata, per entrambe le ipotesi di legge, la casella NO, non sarà poi possibile per la commissione medico-legale effettuare la valutazione ai fini della concessione dell’indennità di accompagnamento. Al riguardo,  è inserito uno specifico avviso nell’attestato di trasmissione  del certificato medico on-line; tale attestato deve essere stampato in duplice copia: una copia deve essere consegnata al cittadino (in calce a destra sull’attestato c’è l’indicazione “copia da consegnare al richiedente”) e la seconda copia deve essere conservata dal medico (in calce a destra c’è l’indicazione “copia da conservare a cura del medico certificatore”). Tale attestato-documento potrà essere utilizzato dal cittadino al momento della trasmissione della domanda da parte dei soggetti abilitati.
 
 
3) Stampa certificato medico oncologico
 
È stata modificata la stampa del certificato medico oncologico: la sezione “Rischio presumibile di ripresa / progressione di malattia” è stata esclusa dalla stampa del certificato.
 


Greenteam © 2012 | Privacy Policy